Site Overlay

BITCOIN PREVEDE DI CORRERE LATERALMENTE O VERSO IL BASSO FINO ALLA PRIMAVERA DEL 2021: ANALISTA

Il rally dei prezzi al 100% di Bitcoin nelle otto settimane precedenti è vicino alla resa dei conti, secondo Florian Grummes di Midas Touch Consulting.

Nella sua newsletter, lo stratega degli investimenti ha detto che il tasso di cambio BTC/USD prevede di subire una lunga correzione. Egli ha osservato che nonostante l’euforia che ha portato i suoi prezzi ad un aumento di oltre il 400 per cento rispetto al suo nadir di metà marzo, la coppia si è comunque trovata in una „situazione di ipercomprato pesantemente“.

BANDIERE ROSSE TRA LE CANDELE VERDI

Con il senno di poi, alcuni indicatori tecnici che misurano lo slancio di un’attività rispetto al suo andamento, mostrano che il Bitcoin è uno strumento finanziario ipercomprato. Questo si traduce tipicamente in questo: l’offerta dei trader per la criptovaluta di riferimento è ora superiore al suo costo effettivo, significato da un indicatore di momentum neutro.

Ad esempio, l’oscillatore stocastico, che Investopedia chiama „un indicatore di acquisto e vendita accurato“, mostra Bitcoin in una zona di ipercomprato sul suo grafico settimanale. Una metrica simile, nota come Relative Strength Indicator, riflette anche che la criptovaluta è troppo calda per essere gestita a prezzi correnti.

Il sig. Grummes ha notato che la Bitcoin rimane rialzista nel suo periodo di tempo settimanale, indicando una tendenza al rialzo a lungo termine che dovrebbe seguire l’esempio nel 2021. Detto questo, l’analista ha detto che la cripto-valuta avrebbe probabilmente corretto prima di tutto il rialzo o il ribasso per neutralizzare i suoi segnali di ipercomprato. Ma dopo di ciò, dovrebbe probabilmente riprendere la sua tendenza al rialzo.

„Bisogna portare con sé anche i nervi d’acciaio per essere in grado di sopportare e superare eventuali enormi contraccolpi nella misura del 30-45% rispetto ai livelli di prezzo attuali“, ha avvertito, tuttavia.

INDICATORE STAGIONALE BITCOIN

Grummes ha anche misurato la longevità della correzione di Bitcoin sulla base dei suoi frattali stagionali. Per esempio, gli ultimi due dicembre hanno visto la crittovaluta affrontare estreme pressioni di vendita da parte degli orsi, portando alla fine BTC/USD ai suoi tassi minimi stagionali. Questa volta, i segnali sono quelli di un „topping out“ che potrebbe rimanere fino alla sessione primaverile.

„Spesso, l’encierro di Bitcoin si è esaurito all’inizio o a metà dicembre“, ha detto il signor Grummes. „O ha seguito una brusca azione correttiva e/o un consolidamento laterale che è durato diversi mesi“.

Detto questo, l’analista ha notato che Bitcoin potrebbe ancora formare un nuovo record superiore ai 20.000 dollari, un obiettivo psicologico positivo, ma potrebbe non essere in grado di mantenere il livello ribaltato come supporto.

BTC/USD era scambiato a 19.372 dollari al momento di questa scrittura.